“Una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità”.

7 luglio 2018

Anche a San Severo in tanti ad aderire all’appello una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità: Sabato 7 Luglio, dalle 19:30, flash mob a piazza Allegato.

Con forza e convinzione abbiamo scelto di aderire e fare nostro l’appello lanciato da Libera e da don Luigi Ciotti, per Sabato 7 Luglio ad indossare una maglietta rossa.
“Una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità”.
“Rosso è il colore dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo. Di rosso era vestito il piccolo Aylan, tre anni – sottolineano nell’appello don Luigi Ciotti e l’Ufficio di Presidenza di Libera – la cui foto nel settembre 2015 suscitò la commozione e l’indignazione di mezzo mondo. Di rosso erano vestiti i tre bambini annegati l’altro giorno davanti alle coste libiche. Di rosso ne verranno vestiti altri dalle madri, nella speranza che, in caso di naufragio, quel colore richiami l’attenzione dei soccorritori.
Muoiono, questi bambini, mentre l’Europa gioca allo scaricabarile con il problema dell’immigrazione. Bisogna contrastare questa emorragia di umanità, questo cinismo dilagante alimentato dagli imprenditori della paura. L’Europa moderna non è questa. L’Europa moderna è libertà, uguaglianza, fraternità. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini”.
Un gesto simbolico per testimoniare sofferenza per quanto accade ma anche la speranza di chi continua a credere in un mondo più giusto. E convinti che siano le azioni colletive a dare forza ai nostri gesti abbiamo scelto non solo di condividere l’appello ma anche di vederci e darvi appuntamento, con quanti vorranno testimoniarlo insieme a noi, a Piazza Allegato alle ore 19:30. Un flash Mob spontaneo fino alle 20:00 in cui occupare la piazza di magliette rosse. Per ribadire che siamo tanti a non accettare che vi sia una tale disumanità. Per non cedere agli istigatori di odio e violenza, alle fake news dilaganti. Perché vogliamo ribadire la nostra idea di una società che sa dare valore agli ultimi e che si riconosce nel valore dei diritti. Donne e uomini, ragazze e ragazzi senza distinzione di sesso, età, religione, colore della pelle che non vogliono rimanere indifferenti. La mobilitazione promossa da
Associazione Culturale Makondo- Azione cattolica Diocesana- Caritas- Baobab ha trovato subito l’adesione, oltre che del direttivo, grazie alla rete di cui fanno parte, di tante organizzazioni della Consulta delle Associazioni, testimonianza della voglia e dell’impegno di lavorare in rete, come ARCI Donna San Severo “E. Morante”- Associazione famiglie crescere insieme- casa Sankara e tanti altri che si stanno in queste ore dimostrando pronti, giorno 7, ad essere a piazza Allegato alle 19:30 per stringersi in un grande abbraccio collettivo.